Agenda Integrazione Svizzera (AIS)

Per aiutare i rifugiati e le persone ammesse provvisoriamente a integrarsi più facilmente nel mondo del lavoro e nella società e ridurre la loro dipendenza dall’aiuto sociale, nel 2019 la Confederazione e i Cantoni hanno introdotto un’agenda comune in materia d’integrazione che definisce una serie di obiettivi e processi vincolanti.

Come funziona l’Agenda Integrazione Svizzera

  • Prima informazione: i rifugiati e le persone ammesse provvisoriamente sono informati in merito agli usi e costumi, alle norme e alle offerte di sostegno. In questo modo si orientano più rapidamente nella nostra realtà.
  • Riconoscere e sfruttare il potenziale: grazie a un’analisi del potenziale, ogni persona è sostenuta in modo da raggiungere il meglio per sé stessa, per l’economia e per la società.
  • Imparare quanto prima la lingua locale: i rifugiati e le persone ammesse provvisoriamente frequentano corsi di lingua già poco dopo il loro arrivo. In questo modo imparano rapidamente una delle lingue nazionali.
  • Accompagnamento e sostegno mirati: sin dal loro arrivo e fino alla loro integrazione i rifugiati e le persone ammesse provvisoriamente sono accompagnati e sostenuti da specialisti.
  • Promuovere ed esigere sistematicamente: i giovani rifugiati vengono preparati a una formazione post­obbligatoria. Gli adulti idonei al lavoro acquisiscono le competenze necessarie per accedere al mercato del lavoro (p. es. grazie a programmi di qualifica professionale o prestazioni lavorative).
  • Familiarità con lo stile di vita svizzero: gli scambi con la popolazione locale sono attivamente incoraggiati.
Agenda Integrazione Svizzera (AIS)

Ultima modifica 21.12.2020

Inizio pagina