Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (EASO)

L’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (European Asylum Support Office, EASO) è una componente importante del Sistema europeo comune sull’asilo CEAS. Il suo obiettivo è favorire la cooperazione tra Stati membri e promuovere sistemi d’asilo degli Stati UE. È operativo dal 19 giugno 2011 con sede a Malta.

L’EASO aiuta i Paesi aderenti a perseguire una politica d’asilo coerente ed equa, sostenendoli in particolare nell’individuazione e nello scambio di buone pratiche nel quadro della procedura d’asilo. Organizza formazioni comuni per le autorità nazionali e coordina lo scambio di informazioni sui Paesi di provenienza tra Stati membri.
L’EASO sostiene inoltre gli Stati membri il cui sistema d’asilo è sottoposto a forti pressioni inviando loro delle squadre di sostegno incaricate di fornire assistenza tecnica e operativa alle autorità, promuovendo ad esempio la riorganizzazione di un settore d’attività o impartendo formazioni ai collaboratori.  

Dal 2015 le squadre di sostegno dell’EASO sono intervenute in Grecia, in Italia, a Cipro, in Bulgaria e a Malta. Dalla fine del 2015 l’EASO è parimenti presente negli hotspot allestiti in Grecia e in Italia, dove svolge un ruolo di sostegno nei riguardi delle autorità nazionali competenti.

L’EASO non è parte integrante degli accordi di Schengen e Dublino e, pertanto, non comporta un obbligo di partecipazione per la Svizzera. Il Consiglio federale si è tuttavia pronunciato a favore della partecipazione svizzera e il 26 marzo 2014 ha adottato un pertinente accordo tra il nostro Paese e l’UE. L’accordo è entrato in vigore il 1° marzo 2016.

Partecipazione della Svizzera

Partecipando all’EASO, la Svizzera dimostra di essere solidale con gli altri Stati, e contribuisce all’attuazione di un sistema d’asilo europeo più efficace ed equo nonché al rafforzamento del sistema Dublino. Ciò, non solo nell’interesse della Svizzera e degli Stati Dublino, bensì anche dei migranti bisognosi di protezione.

Concretamente, partecipando all’EASO la Svizzera ha la possibilità di accedere a numerose informazioni, di beneficiare delle conoscenze degli altri Stati membri e di condividere le proprie con questi ultimi nonché di partecipare alle missioni organizzate dall’EASO e ad altre attività (riunioni del consiglio di direzione, workshop tematici, conferenze ecc.).

Nuova proposta

Il 4 maggio 2016 la Commissione europea ha pubblicato una proposta di regolamento per trasformare l’EASO in un’Agenzia dell’Unione europea per l’asilo (EUAA) dotata di un mandato più ampio. La trasformazione dell’EASO nell’EUAA non è uno sviluppo Schengen/Dublino che la Svizzera deve recepire. Le modalità di un’eventuale partecipazione della Svizzera alla nuova Agenzia sono allo studio. Attualmente l’adozione di questa proposta è incerta: tutto dipenderà dall’evoluzione delle discussioni sulla riforma, di prossima attuazione, del sistema dell’asilo a livello europeo. 

Ultima modifica 23.04.2021

Inizio pagina