Il Consiglio federale condanna l’attentato di Parigi

Berna, 07.01.2015 - A nome del popolo svizzero il Consiglio federale porge le più sentite condoglianze ai famigliari delle vittime dell’attentato alla redazione del giornale Charlie Hebdo.

Il Consiglio federale è sgomento e scioccato di fronte all’attentato alla redazione del giornale francese Charlie Hebdo nel quale hanno perso la vita almeno 12 persone e molte altre sono rimaste ferite. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga condanna l’attentato come violazione dei diritti umani e un attacco alla libertà d’opinione e di stampa. Un simile atto mostra chiaramente che questi diritti e libertà fondamentali non possono essere dati per scontati neanche nelle democrazie occidentali e devono essere difesi con ogni mezzo.

A nome del popolo svizzero il Consiglio federale porge le più sentite condoglianze ai famigliari delle vittime e a tutta la nazione francese. La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha espresso personalmente in una lettera il proprio cordoglio al presidente francese e lo stesso ha fatto il ministro degli esteri Didier Burkhalter con il suo omologo Laurent Fabius.


Indirizzo cui rivolgere domande

André Simonazzi
Portavoce del Consiglio federale
+41 58 462 37 03


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Ultima modifica 06.02.2024

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.metas.ch/content/ejpd/it/home/attualita/mm.msg-id-55844.html